Elsa!!!

Chi ha una figlia sotto i 6 anni sa benissimo di cosa parlo: l’unica principessa esistente è lei, solo lei.
Abito meraviglioso, lunga treccia, voce melodiosa e pure una sorella simpatica e intraprendente (tra le due è la mia preferita, ma io non ho più 4 anni e mezzo…)
Arriva Carnevale e quindi l’unico abito possibile è il suo!
Almeno a Carnevale si può dar sfogo, non solo in casa, al desiderio di essere una vera principessa, di avere poteri magici, di indossare abiti impossibili per la vita quotidiana: che meraviglia!!

Ed ecco la nostra versione, un po’ improvvisata, per nulla perfetta, costruita “ad occhio” prendendo a modello una maglietta della misura giusta, ma apprezzatissima da mia figlia che stasera ha già volteggiato per casa felice e soddisfatta, incurante delle pieghe non stirate attorno ai brillantini
20150117_215613
20150117_215602

Manca giusto la corona….

E mi piace proprio!

Ultimi lavori grazie al corso di cucito.

Abito tunica con fusciacca in vita, modello trovato sulla Mia boutique a cui ho aggiunto la fusciacca20140324_100221

Abito in pizzo, modello Burda20140324_100625

Pantaloni …..qui uno sbaglio c’è, li avrei voluti più lunghi e ho dimenticato di aggiungere l’altezza del tacco…. Ma come al solito sbagliando si impara e per essere il primo paio van benissimo
20140324_100402
Adesso mancano ahimè solo tre lezioni nelle quali devo riuscire a finire una giacchetta e iniziare e completare un altro progetto.

Ma sono davvero contenta di aver partecipato al corso, certo non sono diventata una sarta, ma almeno adesso conosco i passaggi fondamentali per assemblare un abito
20140321_171011
E poi dà una gran soddisfazione indossare qualcosa fatto da me!

 

 

 

Pausa

Giornate piene, brutte sorprese, mini vacanza al mare con la famiglia, scuole finite e truppa in casa……. non oso nemmeno prendere in mano un filo, che ultimamente di pensieri ce ne sono anche troppi e a volte poco rassicuranti.

Con calma, più avanti, non so se presto o tardi, quando i nuovi ritmi saranno diventati “naturali” riprenderò le prove di orecchini all’uncinetto che avevo iniziato, e anche le borsette che stavo preparando….

 

Gufo “ripieno”

Ci avevano regalato un sacchetto di semi di lino, che mantengono la temperatura calda o fredda. Lo usiamo soprattutto d’inverno: il suo posto è sopra la pietra del camino dove accumula calore.

Ma l’uso intensivo aveva causato dei buchetti da cui scappavano i semini

E allora con ritagli di stoffe ecco arrivato il nostro nuovo amico

_DSC0675